L’importanza psicologica di perdere tempo

L’importanza psicologica di perdere tempo

Ci sarà sempre una lista infinita di faccende da completare e lavoro da fare, e una cultura di incessante produttività ci dice di arrivare subito e sentirsi terribilmente in colpa per qualsiasi spreco di tempo. Ma la verità è che una vita spesa a rispondere doverosamente alle e-mail è davvero noiosa. E il tempo “sprecato” è, in effetti, molto appagante e necessario.

Non mi credete? Chiedetelo al creatore di “Inbox Zero”. Come riporta Oliver Burkeman in The Guardian, Merlin Mann è stato incaricato di scrivere un libro sul suo sistema di posta elettronica semplificato. Due anni dopo, abbandonò il progetto e pubblicò un post sul blog (da quando era stato cancellato) su come aveva passato così tanto tempo a concentrarsi su come trascorrere bene il tempo da finire col perdere momenti preziosi con sua figlia.

Il problema arriva quando trascorriamo così tanto tempo a inseguire freneticamente la produttività da rifiutare di fare delle vere pause. Prendiamo il sonno, o una lunga camminata, o leggere vicino alla finestra, e, anche se gestiamo il tempo lontano dalla routine, arriva con una consapevolezza incombente delle cose che si dovrebbero fare, e così l’esperienza è appesantita dal senso di colpa.

Invece, c’è una tendenza a rivolgersi alla tendenza meno soddisfacente di tutti: sedersi alla nostra scrivania, di fronte al nostro computer, navigare nei siti Web e non contribuire né alla nostra felicità né alla nostra produttività.

“Esiste un’idea quella che dobbiamo essere sempre disponibili, lavorare sempre”, dice Michael Guttridge, uno psicologo che si concentra sul comportamento sul posto di lavoro. “È difficile uscirne e andare al parco.” Ma gli svantaggi sono ovvi: finiamo per distrarci mentre siamo al computer, alla ricerca di distrazioni sui social media, dicendoci che siamo “multitasking” spendendo molto più del necessario per le attività più elementari.

Inoltre, dice Guttridge, ci stiamo perdendo i benefici mentali e fisici del tempo trascorso concentrato su noi stessi. “Le persone mangiano alla scrivania e mangiano cibo sul computer: è disgustoso. Dovrebbero andare a fare una passeggiata, andare al bar, andarsene via “, dice. “Persino le fabbriche vittoriane avevano qualche tipo di pausa di riposo.”

Non è che abbiamo bisogno di lavorare così duramente. Come Alex Soojung-Kim Pan, autore di RIPOSO: Perché fai di più quando lavori meno, scrive in Nautilus, i luminari inclusi Charles Dickens, Gabriel García Márquez e Charles Darwin avevano programmi abbastanza rilassati, ai quali lavoravano per cinque ore al giorno o meno. La verità è che il lavoro si espande per riempire il tempo che è stato dato e, per la maggior parte, noi potremmo passare considerevolmente meno ore in ufficio e ottenere comunque la stessa quantità di lavoro.

7 miti sulla depilazione con rasoio da sfatare

7 miti sulla depilazione con rasoio da sfatare

Ceretta e epilazione sono state le due opzioni per la maggior parte delle ragazze che vogliono ottenere una pelle liscia e senza peli. Ma entrambi sono dolorosi e possono causare arrossamento e disagio. Ma la pubblicità ultimamente ha reso il rasoio un’opzione interessante rispetto agli epilatori elettrici. Puoi stare seduto nella comodità della tua casa e rimuovere i peli senza farti troppo male. Ma molte persone si rifiutano di radersi perché hanno alcuni preconcetti sull’uso di un rasoio. In questo post, sfaterò i miti di vecchia data sulla rimozione dei peli col rasoio.

1. I peli ricrescono più spessi e più velocemente
Ti assicuro, questo non è il caso. Usare un rasoio non determina il tasso di ricrescita dei capelli. Quindi, contrariamente al mito, i capelli sicuramente non ricrescono più spessi o più veloci usando un rasoio. Il tuo corredo genetico e gli ormoni determinano quanto velocemente i tuoi peli ricrescono. Inoltre, i peli sembrano più ruvidi o più spessi quando crescono, ma questo si verifica anche quando vengono utilizzate altre tecniche di rimozione dei peli.

2. La crema da barba non è necessaria
Una crema apposita potrebbe non essere necessaria, ma almeno si dovrebbe usare il balsamo. Gel da barba e creme forniscono uno strato di lubrificazione e aiutano la lama a muoversi senza intoppi sulla pelle senza la paura di tagli e incisioni. Solo il sapone e l’acqua potrebbero non essere la scelta ideale per la rasatura, soprattutto per un’area più ampia.

3. La nuova lama del rasoio taglia o graffia
No, non è così. In effetti, una lama vecchia e “spenta” tende a graffiare la pelle e offrire una rasatura irregolare, che si traduce anche in tagli e incisioni. Se non sai come usare correttamente un rasoio, probabilmente una nuova lama di rasoio ti darà la pelle perfettamente liscia che desideri.

4. La rasatura della stessa area darà una pelle più liscia
Questa è un’idea folle. Rasarsi un punto più e più volte farà sicuramente irritare la pelle e può provocare rossore. Se hai delle macchie o delle stoppie in una particolare regione, probabilmente devi gettare via la tua vecchia lama. Non passare più volte nella stessa zona per anticipare una rasatura più profonda.

5. Rasarsi ogni giorno non è una buona idea
Se i tuoi peli sono spessi e crescono velocemente, puoi sentire la necessità di raderti ogni giorno. E la rasatura non danneggia in alcun modo la pelle. In realtà rimuove il cellule morte della pelle di troppo, quindi potresti voler raderti regolarmente per avere una pelle liscia dall’aspetto splendido.

6. La rasatura causa la desquamazione della pelle
La rasatura allontana lo strato superiore di cellule morte che contribuiscono alla secchezza. La secchezza è causata da bassi livelli di umidità della pelle. Se durante la rasatura si usa una crema da barba adeguata, la pelle potrebbe diventare molto liscia senza alcun accenno di secchezza.

7. Radere la zona bikini è terribile
Dipende completamente dalla sensibilità della tua pelle. Se la tua pelle non è ipersensibile, puoi saltare la seccatura di una ceretta in zona bikini e ottieni una pelle da bikini con un rasoio.

Dormire vicino al telefono potrebbe danneggiare seriamente la tua salute

Dormire vicino al telefono potrebbe danneggiare seriamente la tua salute

Cattive notizie per quelli di noi in modo permanente attaccati al telefono cellulare (quindi praticamente tutti): le coccole con il tuo cellulare – o persino dormire con questo sul comodino accanto a te potrebbe essere pericoloso per la tua salute. Il Dipartimento della sanità pubblica della California (CDPH) ha appena pubblicato alcune informazioni e linee guida sulla sicurezza del cellulare, e ciò che rivela è piuttosto terrificante. Perché, onestamente, chi non ha il telefono sul comodino, se non vicino o sotto il cuscino?

Quindi, cosa succede di preciso? Bene, i cellulari emettono energia in radiofrequenza (RF) quando inviano e ricevono informazioni dalle torri cellulari circostanti, la RF potrebbe essere o meno pericolosa. Perché l’ambiguità? Bene, dal momento che i cellulari non sono stati in giro abbastanza a lungo, è difficile determinare le ripercussioni a lungo termine del loro uso. Come spiega il CDPH, il loro pericolo è “in continua evoluzione.”
Tuttavia, secondo le linee guida, alcuni studi hanno scoperto che “l’uso a lungo termine dei cellulari può essere collegato a determinati tipi di cancro e ad altri effetti sulla salute.”

Questi “altri effetti sulla salute” includono “cancro al cervello e tumori del nervo acustico (necessari per l’udito e l’equilibrio) e ghiandole salivari, conteggio spermatico inferiore e sperma inattivo o meno mobile, mal di testa ed effetti sull’apprendimento e memoria, udito, comportamento e sonno.” Quindi, sì, potenzialmente molto pericoloso. Anche se questi collegamenti non sono ancora definitivamente provati, potresti comunque voler ridurre la tua esposizione alle RF, solo per essere sicuri.

Ecco perché il CDPH ha emesso le seguenti raccomandazioni:

  • Tieni il telefono lontano dal tuo corpo: Anche solo pochi metri faranno una grande differenza. Utilizza il più possibile auricolari Bluetooth, invia messaggi di testo anziché parlare al telefono, tieni il telefono lontano da te mentre scarichi o invii file di grandi dimensioni e porta il telefono in uno zaino o in una borsa invece che in tasca, nel reggiseno o in una fondina.
  • Evita di utilizzare il cellulare quando invia elevati livelli di RF **: ** Questo accade quando vengono visualizzate solo una o due barre di servizio (quando il segnale è debole), sei in un veicolo in rapido movimento, stai trasmettendo audio o video o stai scaricando o inviando file di grandi dimensioni.
  • Non dormire con il telefono nel letto o vicino alla testa **: ** A meno che non passi alla modalità aereo, tenerlo almeno a qualche metro di distanza. No, non dormire più col telefono sotto il cuscino in attesa di quella chiamata.
  • Togliti l’auricolare quando non sei impegnato in una chiamata: Le cuffie rilasciano una piccola quantità di RF anche quando non si utilizza il telefono. Quindi, anche se sono meglio che tenere il telefono vicino alla testa, puoi voler comunque limitare l’esposizione RF il più possibile.
  • Non fare affidamento su uno “schermo antiradiazioni” o altri prodotti che dicono di bloccare l’energia RF, i campi elettromagnetici o le radiazioni dei telefoni cellulari: Secondo il Federal Trade Commission degli Stati Uniti, qualsiasi prodotto che interferisce con il segnale del telefono potrebbe farlo funzionare più duramente e probabilmente emettere più energia RF per rimanere connesso, il che vanifica totalmente il loro scopo.

Come pulire un tavolo da Ping Pong

Come pulire un tavolo da Ping Pong

Ping-Pong, un nome comune per il tennis da tavolo (e il marchio di fabbrica del produttore più famoso del gioco) è stata un’attività popolare per il tempo libero sin dalla fine del 1800. Sebbene il gioco abbia visto diverse varianti, la sua attuale incarnazione si è sviluppata con la creazione della International Table Tennis Federation negli anni ’20. Molti appassionati tengono i tavoli nei loro scantinati, garage o spazi all’aperto. È importante mantenere il tuo tavolo da ping pong pulito e adeguatamente mantenuto per poter sperimentare il gioco con maggior successo.

Fase 1
Pulisci il tavolo con un panno morbido e asciutto dopo ogni utilizzo. Questa manutenzione regolare manterrà il tavolo pulito e privo di detriti nella maggior parte delle circostanze.

Fase 2
Crea un detergente non abrasivo e non tossico con cui eseguire una pulizia più approfondita una volta ogni due o tre mesi. Mescolare due o tre tazze d’acqua in una ciotola con un terzo di aceto bianco. Immergere un panno morbido nella soluzione di acqua e aceto e strizzarlo fino a quando non è umido al tatto.

Fase 3
Rimuovere la rete dal tavolo svitandola. Posiziona la rete su un lato, quindi usa il panno umido per pulire il piano del tavolo. Asciugare il tavolo con un secondo panno morbido asciutto.

Fase 4
Immergere la rete nella soluzione acquosa di aceto per circa 10-15 minuti. Rimuovere la rete dalla soluzione e stenderla su una superficie protetta per asciugarla.

Fase 5
Reinstallare la rete una volta completamente asciugata. Potresti anche voler lubrificare le parti metalliche mobili del tavolo con il lubrificante WD-40 per completare la normale manutenzione.

Cose che ti serviranno
2 panni morbidi
Acqua
Aceto
Ciotola
Detergente per tavoli da ping-pong (opzionale)
Lubrificante WD-40 (opzionale)

Consigli
Invece di fare un detergente con aceto e acqua, è possibile acquistare un detergente speciale pensato per essere utilizzato sui tavoli da ping-pong. I detergenti creati appositamente per pulire i tavoli di ping-pong sono più facili da trovare online o presso i rivenditori specializzati.

Avvertenze
I tavoli da ping-pong sono generalmente fatti di legno. Per i migliori risultati, non inzuppare eccessivamente il panno con acqua prima di pulire la superficie del tavolo. Evitare l’uso di detergenti abrasivi o a base di candeggina.

L’energia rinnovabile ora “costa meno” rispetto ai combustibili fossili

L’energia rinnovabile ora “costa meno” rispetto ai combustibili fossili

Per la prima volta nella storia, il costo di produzione delle energie rinnovabili è inferiore a quello dei combustibili fossili, ha annunciato un asset manager del settore.
In una recente nota ai suoi clienti, l’asset manager dell’azienda Tedesca con base ad Amburgo, Kaiserwetter energia, ha scritto che la sua “analisi interna” – basata su dati di Bloomberg, della scuola di Francoforte, del database sui costi dell’energia rinnovabile dell’agenzia internazionale (IRENA) e di UN ambiente – classifica i costi dell’energia prodotta con carburanti fossili tra i $49 e i $174 per MWh (megawattora) nei mercati dell’energia del G20 nel 2017.
In un periodo comparabile, la produzione di energia rinnovabile è stata classificata tra i $35 e i $54 per MWh. Analizzando ulteriormente i dati, Kaiserwetter ha dichiarato che il costo medio internazionale per i progetti idroelettrici era superiore a $50 per MWh, quello dell’energia eolica era di $51 per MWh e quello dell’energia solare fotovoltaica era in media di $54 per MWh.
Inoltre, ha anche affermato che l’energia rinnovabile rappresenta la migliore alternativa all’alto costo dell’energia nucleare, mentre i governi tentano la sfida della decarbonizzazione.
A titolo di esempio, Kaiserwetter dichiara di essere in uno dei 14 paesi al mondo che continuano a costruire centrali nucleari, come i reattori Hinkley Point, che costano circa 19 miliardi di sterline (26 miliardi di dollari) per la costruzione e circa 92 sterline (129 dollari). Per MWh nella produzione di energia elettrica.
Per arrivare alla sua conclusione, l’asset manager, ha raggruppato i costi di 15.000 centri e calcolato i rischi che gli investitori si assumeranno in 54 paesi tra il 2020, il 2025 e il 2030.
L’energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili nel 2017 è aumentata del 18,8% rispetto al 2016, da 83,2 TWh a un record di 98,9 TWh. Parlando di numeri la rosa va dai 87,1 TWh nel 2016 ai 97,8 TWh nel 2017.
Le ultime aste di energia fotovoltaica a Dubai, Messico, Cile, Abu Dhabi o Arabia Saudita e l’energia eolica in Brasile, Canada, India o Marocco nel 2017 hanno suggerito che il costo standard dell’energia può essere ridotto a $30 per MWh dal 2018, ha annunciato Kaiserwetter.
“Di fatto, l’energia eolica onshore ha già raggiunto costi simili nei progetti in Brasile, Canada, Germania, India, Messico e Marocco, raggiungendo già$30 MWh.”
Hanno Schoklitsch, Amministratore delegato di Kaiserwetter, ha dichiarato: “Siamo in uno scenario in cui l’energia rinnovabile è già meno costosa dell’energia convenzionale. D’ora in poi, le piattaforme digitali che utilizzano Internet of Things (IoT) e Smart Data saranno il prossimo fattore chiave per raggiungere gli obiettivi dell’Accordo sul clima di Parigi e attirare più investitori. ”
La diminuzione del costo dell’energia rinnovabile, che è inferiore di circa l’80% dal 2010, ad esempio nel settore del solare fotovoltaico, si è verificata per diversi motivi, ha aggiunto.
“Questi includono miglioramenti tecnologici e semplicità competitiva delle energie rinnovabili, attraverso un’ampia base di sviluppatori di progetti, soprattutto fondi di investimento e banche, ottimistiche per il futuro inarrestabile di un mercato in cui la redditività progredisce a razzo anche dopo la cessazione delle sovvenzioni, sostenuta da un grande sostegno sociale e politico.”

La panca ad inversione, il flip-flopping ideale per lo stretching

La panca ad inversione, il flip-flopping ideale per lo stretching

La scorsa settimana, una persona nel posto giusto al momento giusto mi ha sorpreso a fare esattamente quello che fanno i flip-floppers: adottare una posizione totalmente in disaccordo con l’immagine retta che espongo in pubblico. Sì, ho usato una panca inversione. Mi sono disteso su un equipaggiamento per il fitness dall’aspetto originale e ho eseguito un’inversione completa di 180 gradi, mettendo la testa dove solitamente sono i miei piedi.
Era una bella sensazione. Non ho intenzione di prendere questa abitudine, ma devo anche essere onesto: girarmi sottosopra, anche solo per un momento, sbloccare la mia spina dorsale e schiarirmi la testa è stato sia nuovo che rinfrescante. Fortunatamente, non soffro di malesseri (anche se ho trascorso una discreta quantità di tempo a testa in giù da bambino, combattendo un caso di scoliosi ormai troppo presente). No, la mia motivazione principale per sperimentare l’inversione della scorsa settimana è stata semplice curiosità, stuzzicata dalle pubblicità in TV e nelle riviste.
Contatelo come un altro di quei prodotti che “avrei voluto inventare”. Quello che ho usato era semplicemente un pannello di tela abbastanza grande per mio torso, fissato con giunto girevole su un telaio, con dei fermi per le caviglie. Il suo meccanismo più complesso era probabilmente la barra che conteneva i fermi, che si apriva per adattarsi alla mia altezza.
Per fortuna, il punto di snodo, all’altezza dell’anca, era saldo e non si muoveva all’indietro da solo. Altrimenti, non sarei mai riuscito a salire a bordo. Gambe bloccate in modo sicuro al dispositivo e ho iniziato il processo di acclimatante sperimentazione indipendente, ho iniziato in piccolo, ruotando in una posizione orizzontale. A poco a poco, mi sono avventurato ulteriormente, portando le braccia dietro la mia testa e testando lentamente pendenze più ripide.
Alla fine, naturalmente, ho raggiunto il punto in cui la testa e le mani erano essenzialmente sul pavimento. Lì, feci l’ultimo, vagamente spaventoso passo e ruotai fino a raggiungere una posizione al 100 percento verticale, completamente flip-floppato, penzolando libero a mezz’aria, sostenuto dalle mie caviglie. Ma, anche se somigliavo a un prigioniero in una camera di tortura medievale, quello che sentivo non era per niente dolore. Al contrario, era stranamente piacevole stare lì appeso.
Il tempo sembrò muoversi più lentamente quando notai le spalle allargarsi e la pressione sulla mia spina dorsale affievolirsi. Ho immediatamente capito perché i praticanti di yoga passano così tanto tempo a fare la verticale. La pressione nella mia testa, nel frattempo, aumentava, e probabilmente sarebbe stata più dura se avessi avuto la pressione del sangue alta, ma la sensazione del sangue che fluiva attraverso il mio corpo non mi ha causato problemi.
Rimettermi in piedi è stato uno sforzo interessante. Mi ci sono voluti alcuni secondi per orientarmi e capire che per uscire dalla mia situazione, la mia opzione più semplice era avvicinare le braccia ai fianchi, abbassando così il mio centro di gravità e facendo sì che la macchina si inclinasse in posizione verticale.

Per scoprire si più su questo attrezzo: (PancaFitness.it)

Demofield dialogues

PROMUOVERE UN CONSUMO ALIMENTARE SOSTENIBILE NELL’ERA DELL’ABBONDANZA

L’idea

Ogni anno circa 1/3 del cibo prodotto globalmente viene perso o sprecato, per un totale di, approssimatamente, 1.3 miliardi di tonnellate all’anno. Questi numeri sono la base di partenza e il filo conduttore dell’evento DemoField Dialogues sullo spreco. Non è sufficiente produrre più cibo con una migliore qualità, ma dobbiamo migliorarne anche la sostenibilità del consumo. Con questo evento proponiamo un’esperienza interattiva attorno al cibo per illustrare l’idea che già oggi è possibile sfamare il pianeta se cambiamo le nostre abitudini e la nostra mentalità.

Programma:

h: 12:00 La tavola è imbandita – Giocare seriamente col proprio cibo

h: 12:40 “The Magic Pudding” – una riflessione sull’egoismo e sull’altruismo: Being The Adventures of Bunyip Bluegum and his friends Bill Barnacle and Sam Sawnoff è un libro per l’infanzia australiano scritto e illustrato da Norman Lindsay.

h:13:10 Idee e discussioni sulle pratiche migliori per ridurre lo spreco

h: 13:20 Pausa

h: 13:50 Network contro lo spreco – la dimostrazione della piattaforma MyFoody su come sia possibile ridurre lo spreco

h: 14:30 Conclusioni

h: 14:40 Vino, birra e conversazioni aperte

 

Forrest Innovations è un’azienda biotech impegnata nella riduzione dello spreco di cibo attraverso un incremento della consapevolezza e sviluppando programmi educativi (http://forrestinnovations.com/en/ourpledge). MyFoody è una piattaforma online (http://www.myfoody.it) che ti permette di comprare prodotti che rischiano di essere sprecati in centri di distribuzione vicino a casa tua. Parco Tecnologico Padano è un parco scientifico e tecnologico che opera da oltre 10 anni nei settori dell’agroalimentare, della bioeconomia e delle scienze della vita.

Voci di acquisizione per Bitstamp, la più antica borsa bitcoin del mondo

Voci di acquisizione per Bitstamp, la più antica borsa bitcoin del mondo

Bitstamp, la più antica società di cambio bitcoin ad essere sopravvissuta, è in vendita, secondo le persone che hanno familiarità con la materia. Una società di gioco della Corea del sud ha dichiarato di essere vicino alla firma di un accordo per comprarlo. Tre persone con conoscenza dell’accordo hanno detto che Bitstamp era nel bel mezzo di un processo di vendita e due di quelle persone hanno nominato Nexon come probabile acquirente. Hanno detto che il prezzo in discussione era di circa 350 milioni di dollari. Tutti e tre hanno rifiutato di essere nominati, in quanto non sono autorizzati a discutere l’accordo.

La situazione è fluida e un accordo potrebbe non riuscire a concretizzarsi. Due persone hanno detto che Bitstamp era stato coinvolto in almeno un altro processo di vendita prima dell’accordo di Nexon, sebbene non avessero portato a termine le transazioni tentate.
Un rappresentante di Nexon Japan ha dichiarato: “Non possiamo né confermare né smentire i fatti riguardanti la vostra richiesta”.

Un rappresentante di Bitstamp ha dichiarato: “Non sono nella posizione di commentare la questione. Vi preghiamo di tenere d’occhio qualsiasi dichiarazione ufficiale da parte nostra per quanto riguarda la vostra richiesta. ” La Bitstamp, con sede in Lussemburgo, fondata nel 2011, ha 3 milioni di conti registrati e 500.000 conti di trading attivi, il suo amministratore delegato ha dichiarato a gennaio. La società è il 13 ° exchange più grande del mondo e ha un volume di scambi di 24 ore di 246 milioni di dollari. Il prezzo a pronti di bitcoin su Bitstamp è una delle misure che CME Group utilizza per calcolare il prezzo dei contratti future.

Nexon Group, fondato nel 1995, è specializzato in PC e giochi mobili. Ha sviluppato titoli come la versione coreana e giapponese di “Counter Strike” e la versione coreana del gioco di calcio “FIFA Online”. La società è quotata alla Borsa di Tokyo con una capitalizzazione di mercato di 1,3 trilioni di yen ($ 12,7 miliardi, £ 9,1 miliardi). Il Giappone è un hub per il trading di criptovalute e il 40% del trading di bitcoin da ottobre a novembre 2017 è stato condotto in yen.

Kodrič ha detto che l’exchange ha ottenuto fino a 100.000 nuove iscrizioni al giorno a dicembre e ha aggiunto che Bitstamp ha “più che sufficiente flusso di cassa interno per sostenere la crescita della società”. La vendita di Bitstamp fa parte di una raffica di dealmaking nello spazio di scambio di criptovalute. L’attività di criptovaluta sostenuta da Goldman Sachs Circle ha acquisito lo scambio Poloniex per $ 400 milioni a febbraio e all’inizio di questo mese il broker online Monex Group ha acquistato l’exchange giapponese di criptovalute Coincheck.

Bitstamp ha ottenuto £ 7 milioni ($ 10 milioni) da Pantera capital nel 2013 e £ 1,7 milioni ($ 2,4 milioni) attraverso una campagna di crowdfunding all’inizio del 2017. I regolatori sudcoreani hanno detto che si stavano preparando a vietare il commercio di bitcoin nel paese, in seguito a un giro di vite sulle Initial Coin Offerings nel 2017. A febbraio, i regolatori hanno ammorbidito la loro posizione e hanno espresso il loro supporto per uno scambio di criptovaluta “noemale” secondo un report di Bloomberg.

Una fisiologa dell’esercizio rivela perché non usa mai la bici ellittica – e cosa preferisce

Una fisiologa dell’esercizio rivela perché non usa mai la bici ellittica – e cosa preferisce

Heather Milton, una fisioterapista senior della NYU Langone Health, dice che troppe persone non lavorano abbastanza duramente sulla bici ellittica, l’attrezzo che simula la camminata. Questo, invece, è quello che fa lei. Di seguito è riportata una trascrizione del video. Molte persone tendono ad usare l’ellittica e poi iniziano a leggere o a guardare la TV. Quasi come per dimenticare lo scopo dell’esercizio. E notiamo che quando ciò accade, l’intensità effettiva dell’esercizio si riduce.

L’ellittica è un buon esercizio quando stai cercando qualcosa che abbia un impatto leggero e che possa far salire la frequenza cardiaca. Dal momento che un’ellittica si trova su una traccia che ti guida, ti ci vuole un po’ di attenzione mentale per assicurarti che tu stia lavorando abbastanza duramente da ottenere un buon livello di sforzo. Cerca sempre di aggiungere un po’ di resistenza sull’ellittica in modo da non proseguire tranquillamente lungo la traccia, ma in modo da avere abbastanza resistenza; le tue gambe dovranno fare forza e sentirai che stai facendo lavoro extra.

Ho scelto di non usare le ellittiche perché mi piacciono movimenti più dinamici in diversi piani di movimento. Quindi è sempre bene variare un po’ quello che stai facendo in termini di fitness generale, facendo non solo esercizi che ti mantengono in un piano di movimento, avanti e indietro, come la corsa e l’ellittica, ma anche sport e altri esercizi che ti fanno esercitare su un piano frontale o su ciò che chiamiamo piano laterale o piano trasversale, che è in rotazione.

Se dovessi usare una bici ellittica, sceglierei quelle che ti permettono di muovere anche le braccia. In questo modo, mentre ti muovi, devi attivare gli addominali per mantenerti saldo e impegnato su tutto il tempo. E quindi aggiungi un po’ di esercizio per tutto il corpo, piuttosto che usare solo la parte inferiore del corpo.